Il potere RAZIONALE delle affermazioni: scopri come usarle e cambia la tua vita!

affermazioni che ti cambiano

Oggi parliamo di affermazioni, e se vuoi cambiare (in meglio) la tua vita, se lo vuoi davvero, allora continua la lettura!

Una frase  per vincere

Ve lo ricordate Rocky mentre ripete “Non fa male! Non fa male!”?
Farsi menare da quel Gun Jack di Ivan Drago, non sarà stata certo un’esperienza rilassante, ma quella frase, ripetuta come un mantra, ha in qualche modo sancito l’esito del match.

affermazione per vincere

E sì, lo so che è solo un film (e che film!), ma concedimi questa licenza: era dall’inizio che mi chiedevo come infilare Sylvester Stallone all’interno del blog. Finalmente ci sono riuscito.

Ma torniamo a noi:

Un’affermazione consiste in un insieme  di parole che costituiscono una sorta di formula da ripetere più volte nell’arco dell’intera giornata.

Sulle affermazioni è stato scritto e proposto di tutto: dai metodi sobri a quelli che chiamano in causa il supporto degli spiriti guida.

La fuffa

Vorrei chiarire brevemente la mia posizione riguardo quelle correnti che guardano alle affermazioni in chiave trascendentale: se ci vuoi credere, sei liberissimo.

Da parte mia, ancora non sono arrivato all’Illuminazione: non penso che certe frasi si accordino con i pensieri dell’Universo, o con la mente quantica che sottende al labirinto della nostra realtà.

Francamente mi paiono stronzate di bricconi che sfruttano la scienza (ignorandone qualsiasi principio) per manipolare qualche concetto preso dal sito dell’Ansa e servirlo in piatti costosi al primo sprovveduto che capita.

E non è questione di credere o non credere, non c’entrano niente religioni o filosofie: qui parliamo di pseudosantoni dall’IBAN facile.

Tienitici alla larga!

Le false affermazioni

La realtà delle affermazioni

La verità è che non abbiamo bisogno della spiritualità mistica per spiegare questa frase:

Il pensiero crea la realtà.

Probabilmente te ne sarai accorto nella tua esperienza quotidiana: se ti alzi con il piede sbagliato è molto probabile che la giornata terminerà con una tirata di sciacquone.

Il buongiorno si vede dal mattino non è un proverbio disceso dal cielo, ma il riflesso di un sentimento collettivo che esprime una verità scientifica:

Percepiamo ciò che ci succede con il filtro delle nostre emozioni.

E’ per questo che se ci sentiamo sfigati, molti avvenimenti a cui in altri contesti non daremmo importanza ci parranno iatture insopportabili.

Credo che ciò sia molto più affascinante dell’attribuire l’effetto del nostro pensiero a qualche ente esterno: alla fine insomma è tutta una questione di daltonismo cerebrale.

La palestra del cervello

Puoi dirmi che, nonostante queste mie argomentazioni piuttosto razionali, non sei il tipo che si lascia influenzare dalle formulette alla Parimpampù.

Però magari ti piace mantenerti in forma e sei solito praticare una qualche attività fisica.

Ecco, come l’esercizio ripetuto stimola la tonificazione dei muscoli e l’attivazione del metabolismo, le affermazioni vanno ad incidere sulle funzionalità del nostro cervello.

affermazioni che plasmano il cervello

Non ci credi?

Non sono io a dirlo, ma una valanga di studi scientifici che confermano più o meno la stessa cosa: in situazioni di stress, l’affermazione positiva può mandare al tappeto anche il peggiore dei tuoi Ivan Drago.

Come usare le affermazioni

L’unico limite è la tua fantasia: utilizza le affermazioni in quelle aree della tua vita che vuoi migliorare.

Ecco alcuni contesti in cui questa strategia si è rivelata particolarmente efficace:

  • Incrementare il livello di fiducia in sé stessi prima di incontri importanti (come la presentazione di un progetto, la discussione della tesi di laurea, o un appuntamento galante);
  • Tenere a bada sentimenti negativi come rabbia e frustrazione;
  • Portare a termine progetti che hai iniziato;
  • Migliorare la tua produttività;
  • Rompere con le cattive abitudini.

Se hai mai utilizzato una tecnica di visualizzazione, sappi che accoppiarci qualche affermazione ha lo stesso effetto di una deliziosa marmellatina sul pecorino di fossa.

Invece di limitarti a disegnare lo scenario, puoi anche descriverlo con qualche affermazione positiva da ripetere a voce alta.

Un’altro campo su cui le affermazioni fanno la differenza è rafforzare la motivazione in quelle buone abitudini difficili da coltivare: nel mio caso, ad esempio, correre la mattina prima dell’alba può rappresentare uno scoglio insuperabile. Soprattutto d’inverno! E’ freddo, tira vento, piove, magari hai anche il raffreddore. In questi casi il cervello si ribella e se non fai il pieno di affermazioni positive rischi di grippare.

Solo a titolo di curiosità ti posso citare tre affermazioni che mi aiutano ad uscire di casa con le scarpette da corsa, a prescindere dal cataclisma che si sta consumando fuori dalla porta:

L’ho già fatto.

Fai il tuo fottuto lavoro (tratto da una frase di Scott Belsky);

Sono un belva! (questa poi la pronuncio nei casi di avversità estrema, un secondo prima di aprire il portone e buttarmi nel cataclisma. Importante la mimica facciale e l’approccio prettamente aggressivo)

A Kratos non servono affermazioni per vincere

Quando ripeterle

Il più possibile! Alla fine devono entrarti dentro al punto da pronunciarle in un sottofondo mentale inconscio.

I primi tempi, tuttavia, potrai aiutarti trovando un momento favorevole nel corso della giornata (c’è chi le ripete la mattina), oppure impostare delle notifiche che te lo ricordino.

Come formulare un’affermazione

Arriviamo finalmente ai consigli pratici per buttar giù le affermazioni che ti cambieranno la vita!

  • Cosa vuoi migliorare? Focalizzati sulla tua vita e cerca le aree su cui vuoi imprimere un cambiamento significativo: tieni sempre d’occhio i tuoi valori;
  • SMART! Ti ricordi quando abbiamo parlato di questa regola per la definizione dei tuoi traguardi? Una buona affermazione dovrebbe seguire i medesimi criteri, soprattutto quello di attinenza e realizzabilità: evita di confidare in situazioni che non dipendono da te e sogna l’impossibile soltanto se credi di poterlo raggiungere. Altrimenti lascia perdere: ti ho già detto che le affermazioni non hanno nulla di magico.
  • Assertività! Creare affermazioni stile “Non devo essere stupido” o “Non devo sbagliare”, è controproducente. Ti ricordi la storiella del “Non pensare alla mongolfiera rossa”? Il cervello non capisce la negazione! Quindi formula frasi del tipo: “Sono intelligente” e “Lo faccio alla perfezione”. E’ chiaro che anche queste due affermazioni andrebbero ripensate, però sono già un passo avanti!
  • Attenzione al tempo verbale! Scrivi la tua formula certo di aver già ottenuto ciò che desideri: utilizza verbi al presente!
  • Mettici sentimento! Pronuncia la tua affermazione cercando di mantenere coinvolgimento emotivo. Il razionale di questo consiglio risiede in una migliore disposizione della mente ad accogliere il contenuto di ciò che stiamo leggendo. Pensa all’etichetta di un capo delicato: non credo che ti metteresti a declamarne le parole dal pulpito di una cattedrale (quello lo fa solo il grandissimo Vittorio Gassman).
  • Alta voce! Il punto che abbiamo appena discusso ci introduce a questa regola: evita di leggerle in silenzio! Questo suggerimento non è un dogma indiscutibile, ma la naturale conseguenza di tanti infruttuosi tentativi! A parte che è difficile esprimere emozioni sulle parole che ci limitiamo a scorrere con gli occhi, ma la questione è ancora più profonda.
    Quando leggiamo a voce alta coinvolgiamo anche il canale uditivo e ciò che pronunciamo filtra meglio nel nostro cervello. La scelta deliberata di mettere in movimento la laringe, inoltre, ci spinge a riflettere su ciò che stiamo leggendo. Questa strategia si rivela essenziale, soprattutto dopo tanti giorni che ripetiamo le stesse affermazioni: quando, insomma, le conosciamo a memoria e cominciano a diventarci scontate. Parole inutili perché prive di contenuto.

Alcuni esempi

Ti vieto di utilizzare le affermazioni che sto per elencarti: non avrebbero alcun effetto su di te perché non sono uscite da te! Prendi piuttosto spunto da quelle che ti colpiscono e considerale una base su cui formulare le tue!

  • Questo progetto mi riempie di creatività;
  • Svolgo questo compito alla perfezione: il capo e i colleghi saranno senza parole.
  • Lo posso fare!
  • Non fa male!
  • Sono eccezionale in ciò che faccio!
  • Fai il tuo fottuto lavoro!
  • Il mio team rispetta e valorizza il mio punto di vista;
  • Sono un vincente!
  • Sono onesto a lavoro e nella vita.
  • Adoro essere puntuale con le scadenze!
  • Sono grato per il lavoro che ho!
  • Adoro lavorare con la mia squadra
  • Sono generoso!
  • Sono felice!

Post Scriptum

Prima di metterti a lavoro con le affermazioni che ti cambieranno la vita, ti devo confessare una cosa.

Uno studio pubblicato più di otto anni fa su Psychological Science ha suggerito che nei casi di soggetti con scarsa autostima le affermazioni potrebbero sortire effetti addirittura opposti a quelli auspicati. Il motivo risiederebbe nel fatto che chi si dà poca fiducia vivrebbe in maniera negativa il confronto tra i propri desideri e la realtà percepita. In questo articolo ti consiglio alcune tra le tecniche più utilizzate per incrementare l’autostima. Dagli un’occhiata! 😉

Come al solito, ti invito a scrivere la tua opinione qui nei commenti: cosa pensi delle affermazioni? Hai mai provato a utilizzarle? Come ti sei trovato? Quante volte al giorno le ripeti e puoi consigliarci qualche chicca che su di te ha funzionato?

A presto,

Filippo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *